Consigli per una sana convivenza sul web

La disinformazione è inquinamento e l’inquinamento fa male. E’ un’affermazione banale, eppure ogni giorno sul web vengono prodotti e diffusi contenuti tossici. Vi siamo tutti esposti, per cui sarebbe opportuno (ri)alfabetizzarci e muoverci con cognizione di causa su questo mezzo. Ieri, ad esempio, ho visto circolare su Fb un post esplicitamente falso e strumentale (come hanno documentato David Puente e poi BUTAC): la foto del dittatore Mussolini, circondato da alcune (presunte) personalità, è stata spacciata come una visita di Stato alla Casa Bianca statunitense negli anni Trenta; ovvero – secondo l’allusione di fondo – qualcosa di ben più prestigioso della recente visita ad Obama di Renzi e i suoi ospiti. L’assoluta invenzione di quella notizia storica mi pareva del tutto evidente, eppure parecchie persone – alcune con mia somma sorpresa – hanno condiviso, commentato e messo like.
Ora, fate pure la propaganda a chi vi pare e come vi pare, qui siamo per la libertà di espressione e per la libertà del web, ma non dimenticate che in gioco può esserci la vostra reputazione e, soprattutto, il vostro senso del ridicolo; un po’ di cautela o anche un respiro più lungo prima di spargere certi contenuti, quindi, farebbe bene a voi e all’intero ecosistema.
Un sostegno allo sviluppo di questa consapevolezza stamattina viene da “Valigia Blu“, che propone un vademecum per migliorare (tutti insieme) il nostro ambiente digitale:

valigiablu_consigli-su-buone-condivisioni-online_2016-10-20

Clicca sull’immagine per accedere all’articolo di “Valigia Blu”

  1. Prima di commentare aspetta la seconda o terza versione della notizia;
  2. Se scopri di aver condiviso una notizia falsa, rettifica;
  3. Prima di condividere una foto o un video accertati che siano autentici;
  4. Prima di condividere controlla la fonte;
  5. Prima di condividere controlla la data dell’articolo;
  6. Ricordati di citare la fonte;
  7. Non insultare, fa male a te e a chi partecipa alla conversazione.

[Fonte su Fb]

– – –

INTEGRAZIONE del 23 novembre 2016:
Oggi “Valigia Blu” ha riproposto il vademecum per arginare le “fake news“, così da contribuire a migliorare l’ambiente digitale di ciascuno. La direttrice, Arianna Ciccone, nella sua condivisione su Fb ha aggiunto un nono suggerimento:

9) cerchiamo di mantenere la nostra mente aperta al confronto, cerchiamo di mettere in discussione le nostre stesse posizioni, magari per riconfermale ma solo dopo averle sottoposte a vaglio critico e alla sfida delle idee, evitando di assecondare – nella relazione con i contenuti e l’informazione – solo il desiderio di vedere confermate le nostre pre-esistenti opinioni e convinzioni.

valigia-blu_vademecum-anti-fake-news_2016-11-23

Annunci

Informazioni su giogg

Studio il rapporto tra gli esseri umani e i loro luoghi, soprattutto quando si tratta di luoghi "a rischio"
Questa voce è stata pubblicata in antidoti, citazioni, letto-visto-ascoltato, memoria, segnalazioni, taccuino 2.0 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...