Vivere a Nizza dopo l’attentato, tra blindature e fragilità

A due mesi dall’attentato di Nizza, il 19 settembre 2016 ho scritto su “Frontiere News” in quali condizioni si trova la città:

14333724_1036952269707074_3778340671183188812_n

– – –

AGGIORNAMENTO del 7 ottobre 2016:
L’emittente “France 3 Cote d’Azur” ha diffuso un video della presentazione delle misure di sicurezza adottate per la Promenade des Anglais: QUI e QUI.

Ecco un’immagine di rendering (cliccandovi, si aprirà un video):

secuprom1

Annunci

Informazioni su giogg

Studio il rapporto tra gli esseri umani e i loro luoghi, soprattutto quando si tratta di luoghi "a rischio"
Questa voce è stata pubblicata in antidoti, guerra e pace, nizza, riflessioni, stati d animo, taccuino 2.0 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Vivere a Nizza dopo l’attentato, tra blindature e fragilità

  1. Pingback: Contraddizioni e menzogne dei politici francesi sull’attentato di Nizza | il Taccuino dell'Altrove

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...