E s’alzano i canti e si muove la danza

Sabato sera, 21 giugno 2014, presso il giardino del b&b “La Gallina Felice” (Via Caracciolo, 11 – 80062 Meta) celebreremo la notte più breve dell’anno: racconteremo alcune storie di streghe e berremo qualche pozione magica.

I riti solstiziali: miti, leggende e conoscenze perdute (presso "La Gallina Felice", Meta, Napoli, 21 giugno 2014)

I riti solstiziali: miti, leggende e conoscenze perdute (presso “La Gallina Felice”, Meta, 21 giugno 2014)

Come ha scritto Angie Cafiero, «tra un sorso di vino d’artemisia ed un piccolo buffet di “erbe magiche” racconteremo le antiche tradizioni legate a questo giorno, detto solstizio d’estate, che è il primo giorno della nuova stagione».
L’evento è organizzato dalla “Confraternita dei Giardinieri”, con un contributo di 10 euro e previa prenotazione telefonica al numero 0818786420.

– – –

AGGIORNAMENTO del 22 giugno 2014:
Angie Cafiero e Stefania Dragonetti hanno pubblicato sui propri profili fb due gallerie fotografiche della serata del solstizio d’estate alla Gallina Felice:

B&B “La Gallina Felice”, Meta (Napoli). Foto di Angie Cafiero

– – –

AGGIORNAMENTO del 23 giugno 2014:
Angie Cafiero ha pubblicato su “Corso Italia News” un resoconto dell’incontro presso la “Gallina Felice”: La magica serata dedicata al solstizio estivo alla Gallina felice di Meta: «[…] La serata si e conclusa, dopo aver bruciato il mazzetto di erbe magiche, che è stato donato a tutti i partecipanti all’evento, in un braciere, con i suggestivi racconti di Giogg, esperto antropologo, raccolti oralmente da contadini ed anziani residenti per lo piu’ nella zona di Nerano, e in un attimo, abbiamo potuto fantasticare ed immaginare streghe a cavallo di scope di saggina in volo verso Benevento, radunate sotto il grande noce per commemorare lo sposalizio estivo tra il giorno e la notte, tra il sole e la luna, l’acqua ed il fuoco, alla pronuncia di formule antiche e magiche. E cosi’, abbiamo aggiunto un nuovo tassello al mosaico delle storie popolari sorrentine, entusiasti e ravvivati nello spirito, noi, pochi privilegiati che abbiamo potuto degustare ed assaggiare non solo gastronomicamente ma anche culturalmente i racconti dei nostri preziosi relatori».

Annunci

Informazioni su giogg

Studio il rapporto tra gli esseri umani e i loro luoghi, soprattutto quando si tratta di luoghi "a rischio"
Questa voce è stata pubblicata in alterità, penisola sorrentina, racconti, segnalazioni, sud italia, taccuino 2.0 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a E s’alzano i canti e si muove la danza

  1. giogg ha detto:

    “Corso Italia News”, 23 giugno 2014, QUI

    LA MAGICA SERATA DEDICATA AL SOLSTIZIO ESTIVO ALLA GALLINA FELICE DI META
    di Angie Cafiero

    Maria Damiani non solo proprietaria della struttura, ma splendida anfitrione ci ha accompagnato per mano, raccontandoci del giardino della strega, dove venivano coltivate erbe e piante per buoni rimedi e, dove, come ben si sa, l’abuso di queste portava addirittura alla morte.
    Maria ci ha raccontato e ci ha fatto appassionare alla figura di Sant’Ildegarda di Bingen, donna di grande spessore e culturale e mistico, esperta guaritrice, scrittrice e naturalista, proclamata recentemente da papa Benedetto XIV Dottore della Chiesa, ed autrice di scritti naturalistici che sono riuniti nel
    Liber subtilitatum diversarum naturarum creaturarum.
    Oltretutto, cosa interessante Ildegarda ha anche redatto un ricettario, tutto dedicato al farro, che sicuramente approfondiro’ con cura, prossimamente.
    La magica passeggiata è continuata all’interno della proprieta’ con un piccolo intervento mio tutto dedicato alla preparazione del nocillo, ma veramente molto breve, una sosta nella serra dove abbiamo potuto degustare un ottimo vino all’artemisia, l’acqua delle fate, e deliziosi dolci a base di erbe e marmellate.
    La serata si e conclusa, dopo aver bruciato il mazzetto di erbe magiche, che è stato donato a tutti i partecipanti all’evento, in un braciere, con i suggestivi racconti di Giogg, esperto antropologo, raccolti oralmente da contadini ed anziani residenti per lo piu’ nella zona di Nerano, e in un attimo, abbiamo potuto fantasticare ed immaginare streghe a cavallo di scope di saggina in volo verso Benevento, radunate sotto il grande noce per commemorare lo sposalizio estivo tra il giorno e la notte, tra il sole e la luna, l’acqua ed il fuoco, alla pronuncia di formule antiche e magiche.
    E cosi’, abbiamo aggiunto un nuovo tassello al mosaico delle storie popolari sorrentine, entusiasti e ravvivati nello spirito, noi, pochi privilegiati che abbiamo potuto degustare ed assaggiare non solo gastronomicamente ma anche culturalmente i racconti dei nostri preziosi relatori
    .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...