In difesa degli alberi, nel 1944

Il 31 marzo 1944 sul giornale “Il Risorgimento” apparve un trafiletto singolare. Dopo pochi mesi dai bombardamenti su Napoli e una settimana dopo la devastazione lavica di Massa di Somma e di San Sebastiano al Vesuvio, in mezzo a quelle macerie belliche e vulcaniche qualcuno denunciava la «selvaggia “capitozzatura”» degli alberi, per di più a fini di lucro.
«Potrà sembrare, forse, di poco rilievo se, ai tanti danni subiti dalla nostra povera città s’aggiunga o meno anche questo, ma il tempo che occorre perché un tenero arboscello diventi albero fronzuto e maestoso, è assai lungo, ed è sciocco vandalismo distruggere così piante secolari».

Fonte: “Il Risorgimento”, 31 marzo 1944.

Il trafiletto è stato reperito in emeroteca da Ciro Teodonno, che ringrazio.

Informazioni su giogg

Studio il rapporto tra gli esseri umani e i loro luoghi, soprattutto quando si tratta di luoghi "a rischio"
Questa voce è stata pubblicata in alterità, ambiente, antidoti, citazioni, memoria, sud italia, taccuino 2.0 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...