Abituarsi all’erosione della privacy

Ha perfettamente ragione Luca Sofri: «A me pare che ci abituiamo a tutto. E mi pare soprattutto che la grande maggioranza delle persone si faccia pochi pensieri di privacy eccetera, soprattutto in luoghi affollatissimi come Facebook, in cui la coscienza critica è abbastanza rarefatta e l’inclinazione degli utenti è soprattutto a dare ogni cosa di sé, piuttosto che a proteggerla». QUI.

Annunci

Informazioni su giogg

Studio il rapporto tra gli esseri umani e i loro luoghi, soprattutto quando si tratta di luoghi "a rischio"
Questa voce è stata pubblicata in antidoti, citazioni, riflessioni, taccuino 2.0 e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...