Filtri e pozioni

Stamattina ho finito il Café Rebelde Zapatista [*], mentre quello burundese [*] l’ho lasciato a metà: è squisito, ma viene macinato a granuli troppo grossi per cui nella moka non riesce ad esprimere tutto l’aroma che può. Il caffé a la turca che ho comprato in un villaggetto albanese, invece, lo prendo di rado: è fortemente speziato e necessita di compagnia, magari intorno ad un nargilè.
Qualche volta, al pomeriggio, mi preparo un mate con dell’ottima yerba del Paraguay [*] importata dai sudamericani di Madrid. Più spesso, però, sorseggio un thé blanc parfumé di un ambulante indiano del mercato di Belleville.
Da qualche anno su una mensola della cucina ho una bottiglia di vino de pasas andaluso [*]. Forse stasera la aprirò, chissà come s’è conservato?
Accanto a quel ricordo da bere, però, da sei mesi ho anche un cabernet sauvignon dell’har Carmel in Israele [*]: aspetto solo l’occasione giusta, almeno una cena kasher.

Che volete che vi dica, io faccio colazione così: viaggiando per casa.

Annunci

Informazioni su giogg

Studio il rapporto tra gli esseri umani e i loro luoghi, soprattutto quando si tratta di luoghi "a rischio"
Questa voce è stata pubblicata in stati d animo. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Filtri e pozioni

  1. ggugg ha detto:

    Una canzone per stasera…

    LILAC WINE
    (J. Shelton)

    I lost myself on a cool damp night
    gave myself in that misty light
    was hypnotized by a strange delight
    under a lilac tree
    I made wine from the lilac tree
    put my heart in its recipe
    it makes me see what I want to see
    and be what I want to be
    when I think more than I want to think
    do things I never should do
    I drink much more that I ought to drink
    because I brings me back you…

    lilac wine is sweet and heady, like my love
    lilac wine, I feel unsteady, like my love
    listen to me… I cannot see clearly
    isn’t that she coming to me nearly here?

    lilac wine is sweet and heady where’s my love?
    lilac wine, I feel unsteady, where’s my love?

    listen to me, why is everything so hazy?
    isn’t that she, or am I just going crazy, dear?

    lilac wine, I feel unready for my love

    (Nina Simone in “Wild Is The Wind”, 1966)
    (Jeff Buckley in “Grace”, 1994)
    (Katie Melua in “Call Off the Search”, 2003)

  2. ggugg ha detto:

    Una canzone per stamattina…

    COMFORTABLY NUMB
    (Pink Floyd, 1979)

    Hello?
    Is there anybody in there?
    Just nod if you can hear me.
    Is there anyone home?
    Come on, now.
    I hear you’re feeling down.
    Well I can ease your pain,
    Get you on your feet again.
    Relax.
    I need some information first.
    Just the basic facts,
    Can you show me where it hurts?
    There is no pain, you are receding.
    A distant ship’s smoke on the horizon.
    You are only coming through in waves.
    Your lips move but I can’t hear what you’re sayin’.
    When I was a child I had a fever.
    My hands felt just like two balloons.
    Now I got that feeling once again.
    I can’t explain, you would not understand.
    This is not how I am.
    I have become comfortably numb.
    Ok.
    Just a little pinprick.
    There’ll be no more …Aaaaaahhhhh!
    But you may feel a little sick.
    Can you stand up?
    I do believe it’s working. Good.
    That’ll keep you going for the show.
    Come on it’s time to go.
    There is no pain, you are receding.
    A distant ship’s smoke on the horizon.
    You are only coming through in waves.
    Your lips move but I can’t hear what you’re sayin’.
    When I was a child I caught a fleeting glimpse,
    Out of the corner of my eye.
    I turned to look but it was gone.
    I cannot put my finger on it now.
    The child is grown, the dream is gone.
    I have become comfortably numb.

  3. anonimo ha detto:

    Questa invece è la colonna sonora per la mia serata.
    Nemorino è contento perchè finalmente ha conquistato Adina, scopre una “furtiva lacrima” sul suo viso e capisce che lei è innamorata di lui. Straziato dalle sofferenze passate e dall’attuale esplosione di felicità, commenta così:

    Un solo istante i palpiti
    del suo bel cor sentir!..
    Co’ suoi sospir confondere
    per poco i miei sospir!…
    Cielo, si può morir;
    di più non chiedo.

    L’aria, a dispetto dell’argomento lieto, ha una melodia molto malinconica.

  4. ggugg ha detto:

    Alcune canzoni per questi giorni…

    ‘A CAMORRA SONG’ IO (‘A67 in “’A camorra song’ io”, 2005)

    ‘A camorra song’ io ca te guardo / dinto all’uocchie è ‘o sanghe / ‘e chi vene acciso pe’ scagno / je lacrime ‘e chi so’ chiane / ‘A camorra song’ io ca te guardo / dinto all’uocchie è ‘o sanghe / ‘e chi vene acciso pe’ scagno / je lacrime ‘e chi so’ chiane // E se ‘a paura fa novanta / ‘a dignità fa Cientuttanta / tanta tanta tanta tanta / voglia ‘e cagnà voglia ‘e cagnà // E se ‘a paura fa novanta / ‘a dignità fa Cientuttanta / tanta tanta tanta tanta / voglia ‘e cagnà voglia ‘e cagnà // ‘A camorra simm’ nuje / ca tenimmo paura ‘e parlà / e ci guardà dinto pe’ ascì / ‘a Chesta mentalità // ‘A camorra simm’ nuje / ca tenimmo paura ‘e parlà / e ci guardà dinto pe’ ascì / ‘a Chesta mentalità // E se ‘a paura fa novanta / ‘a dignità fa Cientuttanta / tanta tanta tanta tanta / voglia ‘e cagnà voglia ‘e cagnà // E se ‘a paura fa novanta / ‘a dignità fa Cientuttanta / tanta tanta tanta tanta / voglia ‘e cagnà voglia ‘e cagnà

    ‘O BBUONO E ‘O MALAMENTE (Almamegretta, in “Animamigrante”, 1993)

    Ce sta troppo rummore troppo casino lascia che ‘o Raiss ti parli da vicino / Pe te dicere tienelo a mmente chi e ‘o bbuono e chi ‘o malamente… / Allora arape ll’uocchie e cerevella e tienelo a mmente chi e ‘o bbuono e chi ‘o malamente / Ind’a chistu clima ‘e caccia ‘o criminale no nun voglio fa nu tribunale universale / Chest’e sulamente n’opinione personale sulo nu giudizio individuale / Allora guarda ‘e fatti in maniera razionale senza sta’ a sentì ‘sta propaganda elettorale / Te voglio dicere tienelo a mmente chi e ‘o bbuono e chi ‘o malamente // No nun pozzo suppurtà chi nun riesce a capì addo sta ‘o bbuono e ‘o malamente / Ce sta chi tiene ‘e ccarte ‘e cientomila lire ce sta chi ind’a sacca nun tiene manco mille lire / Ije so’ nato e so’ crisciuto ind’a nu quartiere addò o arruobbi o spacci o te faje ‘na pera / Senza ‘na lira annanz’a televisione che te dice nun si ommo si nun tiene ‘o macchinone / ‘A scola ll’aggio fatta mmiezo ‘a ‘na via mmiezo ‘e mariuole e mmiezo ‘a polizia / E allora che vulite si vengo ‘a cucaina si voglio magnà pure je sera e matina // Si voglio sta pur’ije comm’e figlie d’e signure co ‘e denare ind’a sacca ‘e ch’e vestiti bbuoni / Allora quanno liegge ngoppo ‘e gglurnali che ‘e uardie hanno acciso ati quatto criminale / Pienzece bbuono tienelo a mmente chi e ‘o bbuono e chi ‘o malamente // No pozzo suppurtà… / Nun me parlate cchiu ‘e moralità nun me parlate d’onestà e criminalità / Ije so’ crisciuto senza manco n’opportunità chello che faccio ‘o faccio sulo pe’ magnà / Ind’a chistu munno ce sta chi arrobba legalmente e sfrutta tutte juorne ‘a miseria ‘e ll’ata gente / E allora pecché pe tutta chesta gente loro so’ bbuone e ije so’ malamente?

    NAPULE È (Pino Daniele, in “Terra mia”, 1977)

    Napule è mille culure / Napule è mille paure / Napule è ‘a voce de’ creature / che saglie chianu chianu / e tu sai ca nun si sulo. // Napule è nu sole amaro / Napule è addore ‘e mare / Napule è ‘na carta sporca / e nisciuno se ne importa / e ognuno aspetta ‘a ciorta. // Napule è ‘na camminata / inte viche miezo all’ato / Napule è tutto ‘nu suonno / e ‘a sape tutto ‘o munno / ma nun sanno ‘a verità. // Napule è mille culure / (Napule è mille paure) / Napule è ‘nu sole amaro / (Napule è addore ‘e mare) / Napule è ‘na carta sporca / (e nisciuno se ne importa) / Napule è ‘na camminata / (inte viche miezo all’ato) / Napule è tutto nu suonno / (e ‘a sape tutto ‘o munno)

  5. anonimo ha detto:

    voglio barattare l’illusione con le tue mani pesanti/crocifiggere la storica corrente di tensioni dilaganti/schiacciare il corpo sterile in immagine dipinta e immergerne la fertile di musa tinta/il rantolo di oscuri delle sfere dai pomi sanguinanti/sunta dalle tristi conclusioni evento di canzoni in tuniche ululanti nel groviglio del drappeggio e mastico sembianti nell’aspetto ancora peggio di quel figlio che non ebbi/ancora che non fosse tardi.
    Mandami i versi che ti ho ordinato/maledetta musa/maledetto fato/portami i versi che ti ho richiesto maledetta me,maledetto il testo/donami qualcosa che sia speciale/che faccia sempre parte del mio arsenale/un metro a raffica di mitraglia/un grande incendio non un fuoco di paglia/non un fuoco di paglia/.
    Io non conosco succulenti pranzi e non so la bella vita /solo ciotole di avanzi che pulisco con la lingua e con le dita/farnetico di posti luccicanti quale grande meraviglia/di corone e di diamanti/cerco dentro questa stupida bottiglia/chiamando a testimoni qui presenti disturbata dai parenti che in fondo siamo tutti deficenti/e non mi senti/e non mi senti/siamo quanto basta tutti miscredenti/ma poi siamo tutti sull’attenti(coro)e non mi senti.Mandami i versi che ti ho ordinato/maledetta musa/maledetto fato/portami i versi che ti ho richiesto maledetta me,maledetto il testo/donami qualcosa che sia speciale/che faccia sempre parte del mio arsenale/un metro a raffica di mitraglia/un grande incendio non un fuoco di paglia/non un fuoco di paglia/.Imputri di ristagni nella tomba dei rifiuti alcuni ragni si sentono perduti/con tutti questi tagli nei duelli procurati ai miei bagagli ovunque li ho lasciati/convinta vado avanti con gli occhi un poco aperti e come sempre allucinati.
    anna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...