Italia-Italiae

«L’Italia è una donna, / l’Italia è una madonna, / l’Italia è una grande madre,
l’Italia è la madre Chiesa, / l’Italia tiene famiglia, / l’Italia senza difese,
l’Italia delle emergenze, / l’Italia che passeggia, / l’Italia giardino d’Europa,
l’Italia che fa scena, / l’Italia dei pittori, / l’Italia delle piazze,
l’Italia della lupara, / l’Italia del contropiede, / l’Italia della moda,
l’Italia dei lungomari, / l’Italia dei tanti mari, / l’Italia dalle lunghe mani,
l’Italia che ama la vita, / l’Italia che dice chiacchiere, / l’Italia che se ne scappa,
l’Italia che resiste, / l’Italia che coesiste, / l’Italia delle cento città,
l’Italia che è un grande ponte, / l’Italia cinica, / l’Italia cosmopolita,
l’Italia dai tanti mari, / l’Italia cristiana, / l’Italia dei litorali,
l’Italia degli imperi, / l’Italia dei Battisteri, / l’Italia dei roghi,
l’Italia delle abiure, / l’Italia dolce e corruttrice, / l’Italia cattolica e pagana,
l’Italia dei santi, / l’Italia dei perdoni, / l’Italia dei condoni,
l’Italia delle eccezioni, / l’Italia delle fazioni, / l’Italia dell’Universitas,
l’Italia dei carnevali, / l’Italia dei viaggiatori, / l’Italia delle corporazioni,
l’Italia dei tanti mari, / l’Italia della terra, / l’Italia taciturna,
l’Italia che non civetta, / l’Italia che è pietra viva, / l’Italia dei teatri,
l’Italia delle lotte, / l’Italia che si fa del male, / l’Italia dei mattini,
l’Italia dei mattoni, / l’Italia che si vergogna, / l’Italia che si adegua,
l’Italia che rimane Italia, / l’Italia delle canzoni, / l’Italia che batte le mani,
l’Italia che è lunga e stretta, / l’Italia dove vuoi tornare, / l’Italia da cui vuoi fuggire,
l’Italia degli emigranti, / l’Italia dei clandestini, / l’Italia che è porta aperta,
l’Italia che sfiora l’Africa, / l’Italia che respira Europa, / l’Italia delle colline,
l’Italia degli affluenti, / l’Italia degli influenti, / l’Italia alta e quella bassa,
l’Italia stesa al sole, / l’Italia che lavora, / l’Italia che si sente speciale,
l’Italia che si disprezza, / l’Italia che non molla, / l’Italia che è sempre in piedi,
l’Italia che siede a tavola, / l’Italia che si ferma, / l’Italia che si firma,
l’Italia che piange stragi, / l’Italia dei tromboni, / l’Italia della musica,
l’Italia delle fisarmoniche, / l’Italia delle presidenze, / l’Italia delle sviolinata,
l’Italia voltagabbana, / l’Italia che si commuove, / l’Italia che se la gode,
l’Italia delle cartoline, / l’Italia delle vetrine, / l’Italia del telefonino,
l’Italia di Vermicino, / l’Italia che fa casino, / l’Italia della Ferrari,
l’Italia dei tanti mari, / l’Italia dei giullari, / l’Italia dei ristoranti,
l’Italia che scende in piazza, / l’Italia che è un poco pazza, / l’Italia che ne ha viste tante,
l’Italia della dolce vita, / l’Italia della vita agra, / l’Italia che insegna l’arte,
l’Italia che la getta via, / l’Italia dai tanti mari, / l’Italia da deprecare,
l’Italia provinciale, / l’Italia dei vitelloni, / l’Italia dei portolani,
l’Italia degli ingorghi, / l’Italia del latino, / l’Italia che sa di Grecia,
l’Italia che si affaccia, / l’Italia dalla stessa faccia, / l’Italia rimescolata,
l’Italia che diventa ricca, / l’Italia che se la vede brutta, / l’Italia dei monumenti,
l’Italia che ha un futuro, / l’Italia delle frontiere, / l’Italia delle montagne,
l’Italia che non è ariana, / l’Italia delle mille chiese, / l’Italia dei campanili,
l’Italia del pallone, / l’Italia dei paradossi, / l’Italia dei tenori,
l’Italia incarognita, / l’Italia riscattata, / l’Italia che conta,
l’Italia che non conta, / l’Italia dei corridoi, / l’Italia dei ministeri,
l’Italia dei misteri, / l’Italia che inventa, / l’Italia che arranca,
l’Italia dei tanti mari, / l’Italia che stupra il mare, / l’Italia che improvvisa,
l’Italia che sa il mestiere, / l’Italia che si arrangia, / l’Italia che si nasconde,
l’Italia che ci sa fare, / l’Italia che per fortuna, / l’Italia delle canaglie,
l’Italia delle maschere, / l’Italia delle trame, / l’Italia che piange e grida,
l’Italia dei tifosi, / l’Italia delle piastrelle, / l’Italia della cucina,
l’Italia dei bidet, / l’Italia che scoppia a ridere, / l’Italia che vuole vivere,
l’Italia che dimentica, / l’Italia che la sa lunga, / l’Italia che frana a valle,
l’Italia che tocca con mano, / l’Italia tarallucci e vino, / l’Italia che riscopri,
l’Italia che ti sorprende, / l’Italia che ti vergogni, / l’Italia che ci è invidiata,
l’Italia che se ne frega, l’Italia che non è una sola, / l’Italia che meno male»

Franco Cassano, Paeninsula. L’Italia da ritrovare, 1998

Qualcuno è in grado di dirmi stamattina che Italia c’è? E domani quale Italia ci sarà?

Annunci

Informazioni su giogg

Studio il rapporto tra gli esseri umani e i loro luoghi, soprattutto quando si tratta di luoghi "a rischio"
Questa voce è stata pubblicata in stati d animo. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Italia-Italiae

  1. anonimo ha detto:

    post-election: io sto bene, io sto male, io non so come stare …
    maria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...